From the PC Desk, Jun 2017

Salve a tutti i Judge e benvenuti al numero di giugno della rubrica “From the PC Desk!”
Questo mese vogliamo concentrarci sul ruolo del Program Coordinator (PC): Chi siamo? Cosa facciamo? Cosa potete aspettarvi da noi? Come si seleziona un PC? Chi sono gli attuali Coordinator?

Che figura è un Program Coordinator e che lavoro svolgiamo?
Uno dei più frequenti feedback che i Program Coordinator ricevono è il fatto che la maggior parte dei Judge non abbia idea di cosa facciamo o di quale sia il nostro scopo.

Alcuni credono che ricopriamo il ruolo di “Grandi Capi”, col compito di prendere tutte le decisioni importanti, e ci percepiscono in maniera simile ai vecchi L5. Altri credono che dovremmo gestire solo ed unicamente i problemi interni al programma ed avere un’influenza molto limitata. Entrambe queste prospettive sono, a loro modo, errate.

Con questa premessa, è arrivato il momento di rispondere alla domanda. Ecco di cosa si occupa un Program Coordinator:

Identificare e valutare le sfide che potrebbero presentarsi nella community arbitrale.
Per poterci riuscire ci affidiamo all’aiuto ed al supporto di vari Judge, specialmente ai leader quali gli Sphere Leader, i Regional Coordinator, i GPHJ e i vari L3. Qualunque Judge può contattarci tramite email (mail-the-pcs@googlegroups.com) se desidera presentarci una sfida o una possibilità che vorrebbe venga presa sotto esame.

Identificare e nominare i leader adatti a risolvere queste sfide.
Noi Program Coordinator non gestiamo tutte queste sfide da soli. Nessun essere umano ci riuscirebbe. Di conseguenza nominiamo altri Judge come leader per le aree e i progetti legati a tematiche cui sono già interessati. Ad esempio, siamo noi a scegliere gli Sphere Leader e alcuni capi di altri progetti.

Essere di supporto ai Judge che ci aiutano nei lavori riguardanti il Programma Arbitrale.
Una volta nominata una persona per guidare un progetto, noi rimaniamo sempre disponibili per fornirle aiuto, supporto o consigli.

Riconoscere quando commettiamo uno sbaglio ed attuare i giusti cambiamenti per correggerlo. Tenere traccia delle sfide che identifichiamo e dei nostri piani su come affrontarle.
Se vogliamo migliorare il Programma Arbitrale nel corso del tempo, è necessario comprendere sia le ragioni dei nostri successi che quelle dei nostri fallimenti.

Comunicare regolarmente con l’intera comunità arbitrale.
Articoli come questo sono un esempio di questo nostro impegno, ma esistono molti altri canali di comunicazione tramite cui possiamo raggiungere l’intera comunità arbitrale.

Aiutare la comunità arbitrale a comprendere cosa accade quando accadono cambiamenti importanti o improvvisi.
Talvolta avvengono dei grossi cambiamenti nel Programma Arbitrale. Delle volte i Program Coordinator sanno di questi cambi in anticipo, ma altre volte non è così. In qualsiasi caso, noi Program Coordinator aiuteremo la comunità arbitrale a capire, adattarsi e a reagire a questi cambiamenti.

Prendiamo decisioni strategiche per conto del Programma Arbitrale.
Abbiamo stilato l’elenco sottostante per aiutare a capire quali sono i risultati che il Programma Arbitrale vuole raggiungere. I Program Coordinator avranno il compito di revisionarlo periodicamente ed aggiornarlo quando necessario. Alcune regioni possono avere delle priorità leggermente differenti o dei traguardi aggiuntivi in base alle proprie specifiche circostanze.

Comunità aperta a tutti: Il Programma Arbitrale si occupa di creare un ambiente dove chiunque sia rispettato, dove la diversità sia valorizzata e la discriminazione non tollerata.

Qualità: La comunità di Magic deve vedere i Judge come delle persone di riferimento. Il Programma Arbitrale deve mettere nelle giuste condizioni e facilitare i Judge nel loro percorso di crescita e nel diventare queste persone di riferimento .

Sostenibilità: Il Programma Arbitrale ha lo scopo di sostenere la comunità dei giocatori anche nel lungo termine. Ciò include il bisogno di mantenere il numero dei Judge attivi nel mondo e con gli appropriati livelli di certificazione. In più il programma deve mantenere vivo l’interesse delle persone qualificate a ricoprire i necessari ruoli di leadership.

Progetti per tutta la comunità: Il Programma Arbitrale incoraggia i suoi membri a partecipare e guidare i vari progetti per migliorare la comunità arbitrale. La comunità è globale e molto complessa. I vari progetti forniscono le infrastrutture necessarie a soddisfare gli altri scopi del Programma.

Alla luce di questi punti, così definiamo la nostra missione e la nostra visione:

Missione: Il Programma Arbitrale è una comunità di riconosciuti esperti di tornei aperta a tutti e che ha come obiettivo quello di creare eventi accoglienti, divertenti ed imparziali per i giocatori di Magic.

Visione: Il Programma Arbitrale lavorerà verso la creazione di una comunità longeva che sia in grado di fornire ai suoi membri gli strumenti per migliorare le proprie capacità arbitrali e le abilità necessarie a prendere parte ai vari progetti. La comunità arbitrale avrà anche il compito di promuovere ed educare i suoi membri alla diplomazia, alla tolleranza e alla risoluzione dei disaccordi.

Concorso di selezione dei Program Coordinator.
La prossima selezione dei Program Coordinator, che avrà luogo a settembre, si svolgerà come segue. Attenzione, potrebbe cambiare le prossime volte, visto che cerchiamo di migliorarci costantemente.

-Le domande presentate non saranno anonime.
-I candidati dovranno:

  • Rispondere alle seguenti domande: “Per quali motivi dovresti diventare un Program Coordinator?”, “Cosa ti aspetti di portare a termine con questo incarico?”, e “Come presupponi di portare a termine il tuo progetto?”
  • Presentare tre brevi raccomandazioni (non più di 100 parole) da altri Judge L3 a supporto della propria candidatura. Non verranno prese in considerazione raccomandazioni oltre la terza. È caldamente consigliato presentare raccomandazioni da Judge che rappresentano diverse prospettive del Program, incluse le differenti comunità geografiche.

Il comitato di selezione includerà:
1) PC in carica (che possono delegare il proprio seggio ad uno Sphere Leader).
2) JCC Lead (che può delegare il proprio seggio ad un membro della commissione).
3) RC Lead (che può delegare il proprio seggio ad un RC).
4) GPHJ Lead (che può delegare il proprio seggio ad un GPHJ).
5) L3 Advancement Lead (che può delegare il proprio seggio ad un L3).
6) Exemplar Lead (che può delegare il proprio seggio ad un L3 coinvolto nel team del progetto Exemplar).
7) Un leader di una delle seguenti sfere: Conferenze, Coaching o Learning.

Se uno di questi membri del comitato avesse fatto domanda per diventare PC il suo seggio non viene occupato e non può essere delegato in quanto comporterebbe un conflitto di interessi.

Il processo si svolgerà come segue:
1) La commissione valuterà le risposte del candidato e le sue tre raccomandazioni.
2) In caso di successo i candidati sosterranno un colloquio on-line con alcuni dei membri del comitato; la registrazione di tale colloquio sarà accessibile a tutti i membri della commissione.
3) Vi sarà una votazione durante la quale tutti i membri della commissione decideranno chi diventerà un nuovo Coordinator, ovviamente solo dopo aver valutato i colloqui di cui sopra.

Nella prossima selezione dei PC (Autunno 2017), saranno disponibili tre posizioni, due per un impiego di 18 mesi ed una terza per un impiego di 12 mesi.

Questa terza posizione disponibile nel ciclo di settembre si è venuto a creare poiché Kevin Desprez ha deciso di lasciare il suo ruolo di Program Coordinator. Ecco le sue parole:

Cari Colleghi,

Martedì 16 Maggio ho rassegnato le dimissioni dalla posizione di Program Coordinator.

Con questo non intendo dire che ho trovato delle mancanze nel programma o che sia stato il risultato della PC Conference che, anzi, ho seguito con grande entusiasmo!

Questa mia decisione è stata il frutto di settimane di considerazioni durante le quali ho realizzato che negli ultimi mesi sono stato davvero sommerso di lavoro. Nonostante questo possa essere visto come una sfida ci sono dei limiti oltre i quali diventa qualcosa di negativo.

Ad aprile ho provato e non sono riuscito ad andare in ferie, e questo mi ha portato a riflettere su quanto stava succedendo. Questo mi ha permesso di notare che non stavo più scrivendo con costanza per la rubrica “What’s Up Docs”, nonostante io creda tantissimo nell’utilità dell’educazione e molti di voi mi abbiate detto quanto lo troviate utile.

Avendo la tendenza ad essere un maniaco del lavoro, considerando il fatto che mi sono trovato esaurito ben due volte in precedenza e non volendo puntare alla terza, ho preso la decisione di ridurre le mie attività. Così quando ho pensato a Magic, a quali progetti e posizioni volevo continuare ad occupare, ho deciso che arbitrare, indipendentemente dal ruolo, era la mia priorità. A questo seguiva, dal punto di vista del Programma, la posizione di GP HJ Lead ed infine contribuire a “What’s Up Docs”.

Non vedo l’ora di incontrarvi da qualche parte per il mondo!

Kevin

I rimanenti Program Coordinator sono:
Alfonso Bueno
Riki Hayashi
Sean Catanese